La rievocazione

Questa presentazione richiede JavaScript.

“A.D. 577 – I Longobardi nel Campo Rotaliano” trae spunto dalla battaglia che, secondo lo storico dei Longobardi Paolo Diacono, si combatté nel 577 “in campo Rotaliano” – ossia nella zona tra Mezzolombardo e Mezzocorona, in Trentino – tra Ragilone, Conte di Lagare (Valle Lagarina), e Chramnichi, comandante dei Franchi, e rappresenta l’occasione per narrare usi e costumi dei Longobardi, nonché approfondirne la presenza in Trentino alla luce delle testimonianze storiche e archeologiche.

La rievocazione fa parte del format ©“Alla scoperta dei Longobardi”, curato da Perceval Archeostoria di Elena Percivaldi  in collaborazione con alcuni  gruppi e associazioni di rievocazione storica longobarda (in questo caso, i marchigiani  Fortebraccio Veregrense e gli emiliani Bandum Freae) da molti anni attivi sul territorio nazionale e internazionale.

La struttura dell’evento consente di avvicinare il vasto pubblico ai diversi aspetti della vita quotidiana dei Longobardi e del loro tempo – cucina, abbigliamento, armamento, artigianato, scrittura, medicina, musica, farmacopea, eccetera -, raccontati  direttamente dai rievocatori in maniera chiara e accattivante.

Chi partecipa all’evento può quindi “incontrare”, finalmente, la storia in un modo diverso e molto più coinvolgente ed efficace rispetto all’approccio tradizionale. Il tutto senza rinunciare al divertimento, garantito da una vasta offerta di spettacoli, combattimenti, esibizioni musicali, narrazioni e storytelling, stage e laboratori per adulti e bambini. Completano l’offerta approfondimenti di carattere storico e scientifico, concepiti senza rinunciare a un linguaggio semplice (ancorché rigoroso) e accessibile anche ai non specialisti.

Per informazioni: 
www.ilongobardi.jimdo.com
Facebook: www.facebook.com/ilongobardi.eventi
E-mail: longobardi.info@gmail.com

© “Alla scoperta dei Longobardi” – ALL RIGHTS RESERVED
Si ringraziano i Gruppi citati per le fotografie fornite allo scopo di illustrare le attività proposte. Il © delle immagini appartiene ai singoli aventi diritto.

 

LOGO Alla scoperta longobardi